17 nuovi automezzi per incrementare la flotta a servizio dell’igiene urbana

Entreranno in servizio a Trento e Rovereto nei prossimi giorni

 
 
Comunicato stampa - 23 Dicembre 2016

Esposti presso la sede di Gardolo di Officine Brennero - la Società che si è aggiudicata l’importante commessa attraverso un bando europeo - i mezzi sono stati illustrati dai vertici di Dolomiti Ambiente, la società del Gruppo Dolomiti Energia specializzata nei servizi ambientali.

Entrando nel dettaglio, i nuovi mezzi, prodotti da IVECO sono modello “Eurocargo” e rispondono agli standard europei sulle emissioni inquinanti Euro VI.

I veicoli, che hanno richiesto un investimento complessivo di 1,5 milioni di euro, presentano 4 diversi allestimenti. La maggior parte dei mezzi è configurata con attrezzatura adatta sia per la raccolta dell’organico che di carta, imballaggi leggeri e residuo. Nella scelta sono state privilegiate le dimensioni medie e la dotazione con cambio automatico, per garantire più maneggevolezza e adattabilità alla circolazione in città.
I mezzi dotati di pala di compattazione interna, con un'altezza della soglia del bocchettone di carico retrostante ribassata e con una portata maggiore - rispetto a mezzi simili -  consentiranno agli operatori di agevolare le attività di carico e scarico e quindi di ridurre anche il tempo di sosta sulla carreggiata, a tutto vantaggio degli automobilisti e dei pedoni.
Il mezzo che sarà dedicato alla raccolta del vetro ha in dotazione vasca insonorizzata per mitigare i rumori tipici di questo tipo di raccolta e consente lo svuotamento contemporaneo di mastelli e bidoni.
Un mezzo è allestito per il lavaggio stradale e la movimentazione di grandi compattatori, come per esempio quelli che si trovano nei CRM e, infine, un mezzo è configurato con gru e polipo per raccolta rifiuti ingombranti.

Gli autocompattatori, impiegati a rotazione sui diversi percorsi di raccolta (ogni giorno sono 46 nella sola Trento e 13 a Rovereto), permetteranno di garantire un miglioramento del servizio di raccolta porta a porta e, unitamente agli altri veicoli speciali, contribuiranno a ridurre le emissioni in atmosfera.

“Questo importante investimento – assicura Stefano Quaglino, Presidente di Dolomiti Ambiente - contribuirà ad abbattere le emissioni inquinanti e i rumori e renderà più veloce il lavoro. Potenziare il parco macchine dedicato al servizio d’igiene ambientale con automezzi di nuova generazione, con minori consumi e a basso impatto ambientale, rappresenta un’azione concreta in linea con una gestione sempre più attenta alla qualità del servizio reso ai cittadini. Inoltre vale la pena sottolineare che questo investimento non ha avuto riflessi sulle tariffe che anche per il 2017, per il quarto anno consecutivo, sono rimaste invariate nei due Comuni serviti da Dolomiti Ambiente. Questi mezzi – continua Quaglino - ci permetteranno di incrementare la produttività perché hanno tutte le caratteristiche più adatte per il nostro tipo di organizzazione del lavoro legato alla raccolta porta a porta e per la distribuzione logistica dei territori in cui operiamo”.

Dolomiti Ambiente a Trento e Rovereto gestisce ogni anno la raccolta di oltre 83.000 tonnellate di rifiuti, a servizio di oltre 119.000 utenze. La raccolta differenziata nel Comune di Trento si è attestata nel 2016 oltre l’81% e a Rovereto sul 78,5%.  

Vai all'archivo delle news